Star Alliance lancia il Connecting Partner Model per espandere ulteriormente il network attraverso i vettori low-cost e ibridi

La sudafricana Mango è la prima

Star Alliance espande il proprio network attraverso il lancio del Connecting Partner Model. Con questo nuovo concept, le rotte operate dai vettori low-cost e ibridi potranno integrarsi al network dell’alleanza. Ciò consentirà ai clienti dei vettori membri di Star Alliance di scegliere tra una gamma di voli e destinazioni ancora più ampia.

“Con questo concept innovativo, vogliamo essere all’avanguardia. Stiamo osservando una chiara tendenza di convergenza tra il “tradizionale full service” e i modelli “low-cost” nel settore dell’aviazione”, ha dichiarato Mark Schwab, CEO di Star Alliance. “Al tempo stesso, i nostri clienti ci dicono che hanno la necessità di accedere a quei mercati in cui non abbiamo ancora una copertura capillare. In molti casi, i vettori non sono nella posizione di poter colmare questo vuoto, per cui lavorare con futuri Connecting Partner ci consentirà di offrire un network ancora più ampio ai nostri passeggeri”.

I Connecting Partner saranno attentamente valutati prima del loro ingresso nell’esistente network dell’alleanza. Se, infatti, non risponderanno completamente agli elevati standard richiesti da Star Alliance, non ne diventeranno membri effettivi.

A tutti i passeggeri che scelgono un itinerario con incluso un transfer fra un vettore membro di Star Alliance e un Connecting Partner saranno offerti i benefici Star Alliance come il through check-in per i passeggeri e i bagagli. Inoltre, i titolari della Star Alliance Gold Card potranno godere di una serie di privilegi su misura, in linea con le diverse offerte di prodotto dei vari Connecting Partner. Questi stipuleranno accordi commerciali bilaterali con selezionati vettori membri di Star Alliance, che possono includere ulteriori benefici basati sul Programma Frequent Flyer.

Mango, la compagnia aerea low cost del Sud Africa innovativa e pluripremiata, è stata selezionata come primo vettore con cui Star Alliance implementerà il nuovo concept.

“Siamo lieti di lavorare con Mango. È la prima volta nella storia dell’alleanza che ci uniamo con vettori tradizionali e low cost o ibridi. Lo stile innovativo ed evoluto lo rende un candidato ideale per il lancio del nostro nuovo concept Connecting Partner. Puntiamo ad avere i primi clienti per questa nuova offerta a partire dal terzo trimestre del 2016”, ha aggiunto Schwab.

CEB Star Alliance_2

Mango ha preso il volo per la prima volta il 15 novembre del 2006 e da allora il vettore ha ampliato la propria flotta da quattro a 10 Boeing 737-800, operando fra i vari aeroporti chiave del Sud Africa, come pure fra Johannesburg e Zanzibar. Mango è l’unico vettore in Africa a offrire il servizio di wi-fi a bordo, inoltre, ha vinto vari premi per la propria Customer Service Excellence, tra cui World Travel Awards e Skytrax.

“L’innovazione e la ricerca inarrestabile dell’eccellenza sono i capisaldi di Mango e fondamentale per la nostra cultura come un business” ha dichiarato Nico Bezuidenhout, CEO di Mango. Mango, che celebra il decimo anno di attività il prossimo anno, è di recente diventata la più grande compagnia aerea low-cost del Sud Africa per volume di passeggeri. “Partecipare allo sviluppo di Star Alliance e essere in definitiva il vettore di lancio del Connecting Partner dell’alleanza è in linea con i nostri obiettivi di business di medio e lungo temine”, ha aggiunto.

Bezuidenhout ha, inoltre, dichiarato “Diventare un Connecting Partner darà a qualsiasi compagnia aerea low-cost o ibrida un vantaggio competitivo, la crescita immediata della propria quota di mercato creando contemporaneamente una maggiore scelta da parte dei passeggeri”.

 

Mango

Il volo inaugurale di Mango è avvenuto il 15 novembre 2006, a seguito di un dei più importanti eventi di e-commerce a livello locale: oltre 10.000 richieste di informazioni tariffarie al minuto all’apertura delle vendite. Da allora, Mango ha ampliato la propria fotta da 4 aeromobili Boeing 737-800 a 10. Ora opera con 10 aeromobili, collegando i principali punti del Sud Africa e offrendo voli fra Johannesburg e Zanzibar. L’innovazione è il cuore del business del vettore, il quale è tuttora l’unico in Africa a offrire il servizio Wifi a bordo su diversi aeromobili, app per prenotare e pagare sulle principali piattaforme mobile, oltre ad essere l’unico nel mondo che accetta il pagamento con carta di credito emessa da Edcon. Mango è stato il primo vettore a vendere voli attraverso i supermercati Shoprite Checkers. Mango è stata premiata per il Costumer Service Exellence da ACSA’s Feather Adwards, ha ricevuto 18 PRISM Award per diversi aspetti legati alla propria Corporate Communication ed è stata anche premiata con il Budgie Marketing Award per la propria campagna lancio del 2006. Nel 2008, ai World Travel Awards Mango è stata nominata Best Low Cost Carrier in Africa, mentre agli Skytrax World Airline Awards ha ricevuto il Best Low Cost Airline in Africa per due anni consecutivi, nel 2014 e nel 2015.

 

Star Alliance

Star Alliance è stata fondata nel 1997 come la prima vera alleanza tra compagnie aeree a livello mondiale per offrire ai passeggeri una rete globale di collegamenti e una confortevole esperienza di viaggio. Sono numerosi i riconoscimenti ricevuti e che sanciscono la sua importanza sul mercato, quali l’Air Transport World Market Leadership Award e la qualifica di Best Airline Alliance da parte di Business Traveller Magazine e di Skytrax. Queste le compagnie aeree facenti parte dell’alleanza: Adria Airways, Aegean Airlines, Air Canada, Air China, Air India, Air New Zealand, ANA, Asiana Airlines, Austrian, Avianca, Avianca Brasil, Brussels Airlines, Copa Airlines, Croatia Airlines, EGYPTAIR, Ethiopian Airlines, EVA Air, LOT Polish Airlines, Lufthansa, Scandinavian Airlines, Shenzhen Airlines, Singapore Airlines, South African Airways, SWISS, TAP Portugal, Turkish Airlines, THAI e United. Attualmente Star Alliance opera oltre 18.500 voli giornalieri verso 1.330 aeroporti in 192 paesi.

Annunci