IBC 2015: #Sony presenta nuovi rivoluzionari sviluppi in ambito immagini, IP e workflow

Beyond Definition Image

In occasione di IBC 2015, Sony presenta a partner e clienti una serie di idee, strategie e soluzioni innovative per poter rimodellare il settore media e adattarlo alle loro esigenze. Nella cornice del RAI Convention Centre di Amsterdam, IBC rappresenta ancora una volta un’importante opportunità per Sony per sottolineare come la sua visione “Beyond Definition” sia la base per nuove ed emozionanti esperienze per i clienti e per una varietà di opportunità commerciali per le aziende nel settore media. Le novità presentate da Sony a IBC ruotano intorno alle tre aree principali che al momento sono i motori dell’innovazione nel settore: immagini, IP e workflow.

Migliorare ogni aspetto di ciò che l’occhio vede

Mentre la natura evolutiva delle piattaforme di trasmissione dei contenuti è destinata a diventare un argomento centrale per gli espositori e i visitatori per tutta la durata dell’evento, Sony continua a concentrarsi sull’evoluzione e il miglioramento delle immagini che sono alla base di ogni esperienza del pubblico:

  • La rivoluzionaria HDC-4300 – produzione di eventi 4K all-in-one: i team di produzione live necessitano di una gamma di opzioni di immagine a portata di mano, in grado di offrire una combinazione di formati 4K, HD e super slow motion per catturare tutta l’intensità sulla scena. I visitatori potranno vedere per la prima volta come la system camera HDC-4300 – la prima al mondo in versione 4K dotata di tre sensori dell’immagine 4K da 2/3″ – rende tutto ciò una realtà in un’unica piattaforma. La HDC-4300 sarà ulteriormente migliorata con un aggiornamento del software alla versione 1.1 previsto per ottobre, che consentirà di effettuare riprese 4K/100p e S-Log 3. I visitatori dello stand Sony hanno la possibilità di guardare la scorsa finale della UEFA Champions League di Berlino, trasmessa come produzione live in 4K di qualità straordinaria e ripresa con la HDC-4300.

    hdc4300_hdfvel30_others_150819_05

    Sony HDC-4300

  • Ottimizzazione di ogni immagine, grazie alle funzionalità High Dynamic Range, dall’acquisizione alla produzione: per offrire la migliore qualità dell’immagine oltre il semplice numero di pixel, Sony sta estendendo le funzionalità di High Dynamic Range (HDR) ad altre apparecchiature di produzione. A titolo di ulteriore esempio della potenza della tecnologia HDR, i visitatori dello stand di Sony potranno vedere le immagini HDR 4K riprese dal vivo al British Grand Prix 2015 della MotoGP. In collaborazione con Dorna Sports ed effettuando riprese con la HDC-4300, il monitor OLED Trimaster EL BVM-X300 di Sony ha reso possibile una straordinaria visualizzazione ed elaborazione in HDR, grazie a una gamma di colori superiore, ai dettagli tonali e al monitoraggio 4K. All’IBC, Sony presenta i vantaggi di un workflow di produzione HDR completo, evidenziando sia l’esperienza nella visione delle immagini che la praticità di una gestione HDR dall’acquisizione, fino a una gradazione del colore professionale e alla visualizzazione delle immagini nel soggiorno di casa.

    BVM-X300_front_20140829-200

    Sony BVM-X300

  • Nuovo camcorder PXW-FS5 – controllo creativo, ovunque: sin dall’IBC 2014, il PXW-FS7 ha ispirato una generazione di creatori di contenuti, offrendo nuove possibilità ai documentaristi di tutto il mondo. Ora, i creatori di contenuti sono sempre più alla ricerca di solidi camcorder professionali in grado di comunicare la loro visione artistica, indipendentemente dalle impostazioni. Il modello PXW-FS5 offre registrazione in mobilità senza eguali nelle condizioni più difficili, con una scelta straordinaria di opzioni di immagini e una vasta gamma di modalità creative subito accessibili. Integrando il popolarissimo PXW-FS7, questo camcorder compatto offre immagini di alta qualità adatte a una gamma di applicazioni professionali, dalla videografia per eventi alla produzione aziendale e video online.
  • I primi viewfinder OLED Full HD al mondo* per broadcaster: per la prima volta sono stati presentati due nuovi viewfinder HD dotati di pannelli OLED Full HD da 0,7”, in grado di offrire tempi di risposta dei pixel più rapidi e una luminosità doppia rispetto all’attuale viewfinder DVF-EL100. L’HDVF-EL20 (modello standard) e l’HDVF-EL30 (modello high-end con LCD secondario QHD <960×540> da 3,5”) sono entrambi dotati di una nuova lente che consente di vedere a distanze più lunghe, riducendo, al contempo, la luminosità ai bordi dell’immagine.

   *Per applicazioni ENG e system camera, secondo le ricerche di Sony.

I vantaggi operativi dell’infrastruttura IP per ogni ambiente di produzione, incluso il 4K e oltre

Poiché i requisiti riguardo a file di immagini sempre più grandi, velocità di messa in onda e workflow IT continuano a influenzare lo sviluppo strategico dei broadcaster, Sony conferma il suo impegno a collegare tutti gli elementi dell’infrastruttura di produzione tramite IP. Persino negli ambienti di produzione live più difficili, Sony lavora con numerosi produttori per supportare il passaggio del settore all’infrastruttura IP, che permetterà a tutti gli operatori di beneficiare di minori costi per l’infrastruttura e i cablaggi, un uso più ampio di reti IT standard e una maggiore efficienza nella pianificazione delle risorse di produzione:

  • Maggiore supporto del settore per il sistema di produzione live IP di Sony oltre l’HD: per portare il sistema di produzione nel mercato di massa, sarà necessario ampliare la compatibilità dei prodotti disponibili a supporto di workflow più solidi per le emittenti. Sony è pronta a offrire anche supporto tecnico, collaudo della connettività e altri tipi di assistenza per sostenere lo sviluppo tramite i fornitori. Al momento, oltre 36 produttori nel settore supportano il sistema di produzione live IP.
  • Raggiungere “l’ultima frontiera” della connettività IP – produzione live 4K su reti IP, basata su Networked Media Interface: man mano che le implementazioni SDI (Serial Digital Interface) tradizionali diventano sempre più costose, pesanti e ingombranti, il settore broadcast si trova ad affrontare la sfida di costruire un’infrastruttura adeguata per le produzioni 4K, specialmente in ambienti live. I prodotti per la produzione live basati su IP di Sony, compatibili con qualsiasi formato, permettono il collegamento di qualsiasi dispositivo e la trasmissione di tutti i tipi di segnale tramite un singolo cavo Ethernet da SD e 4K e viceversa. La sua soluzione IP è ulteriormente ampliata da tre nuovi prodotti: XVS-8000, il primo switcher live 4K/IP al mondo; BPU-4500, un’unità processore di banda base per le system camera 4K e High Frame Rate; e PWS-4500, un sistema di server multiporta per la produzione live.

    xvs8000_3q_20150807_01-Large

    Sony XVS-8000

Un approccio collaborativo per trasformare i workflow di produzione e distribuzione

Sony riconferma il suo impegno nel lavorare con le aziende media in qualità di business partner, sviluppando i loro workflow di produzione e distribuzione per aiutarli a realizzare importanti trasformazioni strategiche nelle loro piattaforme di produzione. A seguito dell’entusiasmo del settore per le soluzioni di innovazione del workflow di marchio Sony, con Media Lifecycle Services, Ci Media Cloud Services e il software Catalyst Edit, Sony sta introducendo numerosi servizi e avviando importanti collaborazioni:

  • Turner Broadcasting System Europe dimostra il successo delle sue implementazioni del Media Backbone Conductor di Sony: Steve Fish, Regional Vice President, Technology and Operations di Turner Broadcasting System Europe, si unirà a Sony all’IBC per spiegare come il Media Backbone Conductor di Sony sia stato una parte fondamentale nella migrazione del broadcaster verso un ambiente di produzione più flessibile e veloce. Il nuovo hub multimediale europeo tutto basato su file di Turner Broadcasting semplifica la gestione dei contenuti multimediali per 35 canali in tutta Europa, integrando completamente gli strumenti, le procedure e le applicazioni utilizzate nei rispettivi Media Preparation Centre di Londra, Madrid, Monaco, Parigi, Roma e Stoccolma.
  • Gestione degli asset plug-and-play facile da usare per tutti – Il Media Navigator di Sony presentato ai broadcaster europei: annunciato lo scorso mese, Sony mette in vetrina Media Navigator, la sua soluzione conveniente e scalabile per una gestione flessibile degli asset. La nuova piattaforma intuitiva supporta molti dei formati multimediali più recenti, incluso il 4K, ed è l’ideale per un’ampia gamma di clienti professionali, dalle società di produzione ai broadcaster regionali, dalle aziende agli istituti ed enti della pubblica amministrazione.
  • Proteggere e ampliare il valore dei contenuti: proteggere, conservare e preparare i contenuti è un passo fondamentale, specialmente per il 43% delle aziende nel settore dei media, i cui archivi sono ancora basati su nastro. Dopo l’acquisizione nel luglio di quest’anno, la combinazione dei servizi e delle tecnologie di archiviazione di Memnon con il continuo sviluppo della line-up Optical Disc Archive di Media Lifecycle Services di Sony sta creando nuove opportunità per una gestione degli asset multimediali avanzata per aziende del settore e broadcaster. I visitatori dello stand di Sony all’IBC hanno l’opportunità di vedere le ultime implementazioni di servizi gestiti di Sony, come Hawk-Eye e Pulse Innovations, oltre a Memnon.
  • Audio wireless completamente digitale con minima latenza audio – la nuova serie DWX-N: in seguito all’entusiasmo del settore per la serie DWX, il nuovo sistema tutto digitale di Sony offre un audio di qualità superiore, latenza audio ridotta di 1,5 msec* e trasmissione affidabile per applicazioni in concerti, teatri e broadcast. La serie DWX-N si presenta con una nuova versione del software per il controllo del sistema Wireless Studio e tre nuovi modelli: il ricevitore DWR-R02DN; il trasmettitore da cintura DWT-B01N; e il trasmettitore portatile DWN-02N.

*Uscita analogica

  • Il PWS-100RX1 di Sony rivoluziona la trasmissione wireless: Sony sta ottimizzando le reti 4G/LTE e Wi-Fi per il trasferimento diretto di dati AV in modalità wireless dalle sue telecamere, andando incontro alle esigenze dei team di produzione di documentari e di news in cerca di trasmissione rapida di video proxy a basso costo. Ad esempio, i vantaggi dello streaming wireless del PWS-100RX1 saranno ulteriormente ampliati con un nuovo aggiornamento alla versione 1.1, che permetterà lo streaming in file MP4, archiviabili in un sistema di archiviazione in rete, e aggiungerà una nuova funzionalità GPS come un’informazione in più sui metadati creati. 
  • HXC-P70 – riprese HD di alta qualità e a basso costo, ovunque: la nuova telecamera HD multifunzionale HXC-P70 offre una serie di funzioni controllabili da remoto, ideali per i requisiti della produzione a distanza, come nell’uso di telecamere installate a soffitto negli stadi e telecamere per stazioni meteorologiche con alloggiamento impermeabile. L’HXC-P70 è in grado di effettuare le riprese con una sensibilità elevata, grazie a 3 sensori CMOS Exmor da 2/3″, mentre la connettività diretta in fibra ottica permette un funzionamento a una distanza di 500 m dall’unità di controllo della telecamera HXCU-FB70 (con alimentazione). In caso di connessione con un cavo a fibre ottiche a modalità semplice (SMF), la distanza si può estendere fino a 10 km, (con una fonte di alimentazione locale). 
  • SRG-360SHE – controllo robotico fluido e qualità dell’immagine straordinaria, anche senza alimentazione: la SRG-360SHE Full HD supporta l’installazione Power over Ethernet (PoE+) e il controllo robotico su reti IP, che la rendono ideale per il montaggio laddove la flessibilità è un must, come su soffitti e spazi Pensata per la produzione di news, eventi sportivi live, video musicali e reality show, la SRG-360SHE offre le uscite IP, HDMI e 3G-SDI, tutte con audio incorporato, per trasmettere i segnali audio e video su un singolo cavo.

    srg360she_3q_150805_01-Large

    Sony SRG-360SHE

  • Registrazione 4K professionale e trasferimento dati sul campo ad alta velocità – nuove unità RAID hard disk portatili e ultra veloci e scheda SxS PRO+ da 256 GB: con l’aumento dell’adozione della produzione 4K sul campo, Sony ha sviluppato una serie di nuovi prodotti di archiviazione a velocità e capacità elevate. La serie PSZ-RA di unità RAID con due vani hard disk da 3,5″, disponibili con capacità da 4 TB (PSZ-RA4T) o 6 TB (PSZ-RA6T), è in grado di archiviare fino a 440 MB/s* in modalità RAID 0, con esecuzione del backup di 1 TB in circa 50 minuti. Inoltre, la nuova scheda SxS PRO+ SBP-256D amplia ancora di più le opzioni creative per le riprese sul posto, grazie a una capacità di storage di 256 GB, il doppio rispetto alle schede con la capacità più elevata attualmente disponibili.

Lavorare in partnership all’insegna del motto “Beyond Definition”

“Le innovazioni in campo immagini, IP e workflow che stiamo presentando all’IBC dimostrano la nostra capacità di rimodellare continuamente la nostra tecnologia e i nostri servizi per superare le esigenze sempre in evoluzione del settore media. Man mano che gli obiettivi dei nostri clienti cambiano e si evolvono, si rivolgono a noi come un partner affidabile in grado di offrire innovazioni tecnologiche eccezionali e soluzioni scalabili e pragmatiche”, ha dichiarato Katsunori Yamanouchi, Vicepresidente di Sony Professional Solutions Europe. “Sebbene l’innovazione resti al centro del DNA della nostra azienda, le idee, gli approcci e le abilità dei nostri team rivestono un ruolo fondamentale nella trasformazione di questi sviluppi tecnici in successi commerciali per i nostri clienti. Questo impegno a superare le aspettative è ciò che per noi significa “Beyond Definition”, e ne stiamo dando prova all’IBC.”

Sony è presente all’IBC dall’11 al 15 settembre nel padiglione 12 dell’Elicium Hall, presso il RAI Convention Centre di Amsterdam. Maggiori informazioni su Sony all’IBC sono disponibili sul sito Web pro.sony.eu/ibc

Seguici su Twitter @sonyproeurope / LinkedIn
Pagina Facebook: www.facebook.com/SonyProfessionalEurope

Annunci