Viaggi d’affari e analisi dei dati: il futuro è nella creazione di modelli previsionali di spesa

L’industria dei viaggi genera una mole considerevole di dati che possono permettere alle aziende non solo di ottenere risparmi, ma anche vantaggi competitivi. Un approccio vincente per le aziende sarà utilizzare questi dati per sviluppare analisi e modelli previsionali di spesa, ovvero estrarre dati specifici relativi al passato e utilizzarli per elaborare previsioni su trend e comportamenti futuri. In questo senso sono incoraggianti le indicazioni che provengono da 1.483 travel manager in 24 paesi tra cui l’Italia intervistati per l’AirPlus International Travel Management Study 2014, dove l’80% dichiara di analizzare già i propri dati di spesa. Questa percentuale è ormai stabile da alcuni anni, mentre si rileva in crescente aumento anche la percentuale di aziende che adotta e utilizza tool specifici di analisi.

Utilizzo di tool specifici per l’analisi delle spese di viaggio da parte delle aziende
(fonte AirPlus 2014)

 

AirPlus: La maggioranza delle aziende a livello mondiale usa strumenti specifici per analizzare la spesa di viaggio

AirPlus: La maggioranza delle aziende a livello mondiale usa strumenti specifici per analizzare la spesa di viaggio

 

Dati utilizzati per il controllo dei costi e la negoziazione delle tariffe

Secondo l’indagine AirPlus, il 79% delle aziende su scala globale e il 90% dei travel manager italiani analizza i dati di business travel principalmente con l’obiettivo di controllare i costi. Il 40% delle aziende su scala globale utilizza l’analisi anche per negoziare tariffe migliori con i fornitori di servizi (13%: Italia) mentre il 38% li usa per controllare il rispetto della travel policy aziendale (15%: Italia).

 

Ancora poche le aziende che lavorano su modelli previsionali e analisi comportamentali

Al di là di questi utilizzi tradizionali di analisi delle spese di viaggio, meno di un terzo degli intervistati su scala mondiale dichiara di utilizzare l’analisi dei dati per creare modelli previsionali o per analizzare i comportamenti di viaggio. Tuttavia, emergono nette differenze in base alla dimensione delle aziende: il 50% delle aziende con elevati volumi di spesa per i viaggi dichiara di sviluppare questo tipo di modelli, rispetto al 28% delle PMI. Solo il 20% di queste ultime inoltre utilizza i dati per analisi comportamentali. Un elemento importante quest’ultimo poiché una chiara comprensione delle preferenze di chi viaggia permette alle aziende di anticipare le esigenze del dipendente evitando così di incorrere in possibili costi aggiuntivi.

 

Utilizzo dei dati di business travel da parte delle aziende (fonte AirPlus 2014)

 

I fini per i quali le aziende analizzano i dati di spesa in loro possesso.

I fini per i quali le aziende analizzano i dati di spesa in loro possesso.

 

L’importanza delle analisi previsionali

Il 35% dei Travel Manager intervistati a livello globale e il 53% di quelli italiani, ritiene che le analisi previsionali siano un’opportunità per acquisire maggiori conoscenze nel travel management.

È interessante comprendere come mai, se esiste un rilevante interesse per lo sviluppo di analisi previsionali, oggi poche aziende le elaborino. Uno dei fattori che potrebbe spiegare perché le aziende hanno difficoltà a sviluppare modelli previsionali potrebbe essere la fonte dei dati. Circa un terzo dei travel manager a livello mondiale infatti, dichiara di avere fonti interne di dati (24% risorse interne, 7% carte di credito), un dato che si attesta al 38% per l’Italia (33% risorse interne, 5% carte di credito). Il 53% dei manager su scala globale (55%:Italia) dichiara invece che i dati sono in possesso dalla propria agenzia di viaggi. Questo potrebbe suggerire che i dati sono disponibili, ma che le aziende non sempre vi accedono.

 

Fonte dei dati di business travel utilizzati dalle aziende (fonte AirPlus 2014)

 

Fonti dalle quali provengono i dati di spesa associati alle trasferte di lavoro.

Fonti dalle quali provengono i dati di spesa associati alle trasferte di lavoro.

 

In futuro le analisi previsionali permetteranno alle aziende di elaborare enormi quantità di dati e di trarre informazioni strategiche per il business travel, consentendo l’ottimizzazione del budget di spesa e dei servizi offerti. Rimane importante tuttavia preservare un elevato livello di sicurezza e di protezione dei dati.

Annunci